Home News Non solo gialli: “Non tutti i ladri vengono per nuocere”

Non solo gialli: “Non tutti i ladri vengono per nuocere”

Il 21 e il 22 aprile 2018 la Compagnia “Sette Sipari”, interamente formata da nostri attori, porterà in scena “Non tutti i ladri vengono per nuocere”, un divertente testo di Dario Fo.

Un ladro si introduce di notte in una abitazione tipicamente borghese ma, suo malgrado, non riuscirà a portare a termine il suo “lavoro”  perché si troverà ad essere testimone di una situazione molto “equivoca”. Un susseguirsi di esilaranti spunti comici e sagaci colpi di scena vi condurrà ad una sorprendente conclusione morale!

Con Marco Bullitta, Cristiano Cecchetti, Angelo Curci, Sara Felci, Alessandro Pizzuti, Rosella Petrucci, Michela Totino; Regia di Cristiano Cecchetti

Sabato 21 aprile ore 21 e domenica 22 aprile ore 18 – al Teatro Aurelio, largo s. pio v n. 4 (zona Piazza Irnerio), Roma
Presentandovi come “iscritti al sito Murderparty” potrete ottenere i biglietti ridotti a 10 euro (+ 2 di tessera) chiamando il botteghino del teatro: 06 98261514.

Per maggiori informazioni vai alla Pagina ufficiale dello spettacolo su Facebook.


Note di regia

“ .. seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi.” (Dalla motivazione del premio Nobel per la letteratura 1997 a Dario Fo)

La volontà di portare in scena questo testo di Dario Fo nasce dal desiderio di far rivivere al pubblico, attraverso questa divertente commedia, il tema della satira sociale, sempre presente nelle opere del nostro premio Nobel e condita, anche in questo caso, da un‘arguta analisi dell’ ipocrisia borghese, ricca di perbenismo ma povera di rigore morale. Qualità, quest’ultima paradossalmente più presente nei ceti poveri, perfino se costretti a vivere nell’illegalità.

Lo spettacolo, la cui “prima” ando’ in scena al Piccolo Teatro di Milano nel giugno del 1958, è anche un’occasione per far riemergere un’Italia bigotta e conservatrice, per certi versi ancora attuale, che all’epoca non consentiva nemmeno il divorzio.

Cristiano Cecchetti

o risulterà proprio lui… il ladro! 

Vai alla barra degli strumenti

Questo sito web utilizza i cookie per personalizzare la navigazione, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi